^
  FAQ (Domande frequenti)


  La storia di Internet

Da dove proviene? Oggi tutti ne parlano, moltissimi hanno un sito su Internet, ma non sono tanti quelli che conoscono le origini e la sua storia.
Per iniziare con precisione bisogna risalire al 1969, a quel tempo il Dipartimento della Difesa Americana, nota come " Defense Advanced Project Agency" decise di sviluppare un sistema semplice per lo scambio d'informazioni d'interesse militare, tra scienziati e ricercatori situati in luoghi geografici differenti..
Fu quindi allestita una rete molto semplice, formata con quattro computer, nota come DARPANET, il sistema si affermò nonostante il pessimo nome, che fu cambiato quasi subito in ARPANET, entro il 1972 era cresciuto sino a un massimo di 37 computer collegati.
In questo periodo era anche cambiata la filosofia d'uso della rete, dallo scambio di dati e noiose informazioni militari, fu utilizzata anche la posta per mezzo di caselle postali elettroniche private.
Entro il 1983 ARPANET, lo sviluppo era così grande che si sentì l'esigenza di separare dalla rete la parte militare che fu allocata in MILNET.
Nel 1984 la National Science Foundation, un'altra agenzia governativa statunitense, inaugurò NFSNET, la soluzione al problema di collegare insieme cinque centri di super computer e rendere disponibili le loro informazioni a qualunque istituzione didattica che le richiedesse (ARPANET era nata anche con lo stesso scopo ma fu bloccata da un veto governativo superato poi con NFSNET).
Impostato su un modello di collegamento a catena per garantire a chiunque l'accesso ad un centro di super computer, il sistema ebbe successo, nel 1987 le persone che usavano NFSNET, erano così aumentate e i siti interconessi erano così tanti da rendere necessario un massiccio potenziamento dell'infrastruttura.
Nello stesso tempo la rete era aperta alle organizzazioni didattiche, di ricerca accademica, governativa o internazionale che desiderasse utilizzarla purché in quest'ultimo caso la nazione fosse alleata degli Stati Uniti.
Nel 1990 è nata Internet come oggi la conosciamo, da allora la crescita della rete, ormai aperta a tutti, anche da casa propria, è stata inarrestabile, da 5000 ad oltre100 milioni nel 1998.

La rete delle reti

Internet viene anche definita la rete delle reti o la Rete (con la R maiuscola), questo perché le migliaia di siti che la compongono in effetti sono delle reti a se stanti, o piccole reti LAN, o enormi reti geografiche WAN.
Tutte queste reti sono collegate ad Internet e vicendevolmente con ogni mezzo, che sia una rete telefonica, linea dedicata o persino con collegamento a microonde.
Essendo ogni rete diversa dalle altre, vuoi per area geografica, per sistema operativo o tipi di computer, per avere una compatibilità di dialogo tra le varie configurazioni, sono richiesti protocolli di comunicazioni standard.
I protocolli che sono impiegati con Internet sono il TCP/IP (Transmission Control Protocol / Internet Protocol).
I network che operano in Internet sono interconnessi da speciali computers detti router (instradatori) in grado di decidere come trasmettere i dati tra le diverse parti della Rete nel modo più efficiente.
IP indica ai router dove inviare i dati suddivisi in piccoli pacchetti, nel complesso viaggio nella Rete i singoli pacchetti possono anche deteriorarsi o danneggiarsi o perdersi, perciò il TCP li fraziona ulteriormente inserendoli entro "contenitori " sicuri.
Per non entrare nel tecnico accontentiamoci di sapere che questo protocollo funziona indipendentemente dal computer che l'utilizza senza perdere nessun dato.

Il Word Wide Web

Conosciuto anche come WWW, è lo sviluppo più appassionante e interessante della Rete, quella che fa la differenza nel convincere i neofiti ancora indecisi a rompere ogni indugio e collegarsi alla Rete.
Nato nel 1990 presso l'European Laboratory for Particle Physics in svizzera (il CERN), il WWW trasforma Internet in una sorta di mega rivista ipertestuale grazie ad una semplice interfaccia grafica.
Il Web, infatti, funziona basato su collegamenti ipertestuali tra documenti, che consentono di saltare da un punto all'altro di un testo o da un'immagine all'altra, in alcuni secondi, con un clik del mouse, le informazioni oggi disponibili consistono in testo, immagini, suoni e filmati.
Oggi le applicazioni più diffuse per l'utilizzo del Web sono: Microsoft Explorer e Netscape Navigator, giunte ormai alla versione 6.


Esistono  delle norme comportamentali da seguire su internet?

Si esistono delle regole di comportamento da seguire su internet e sono reperibili presso l'indirizzo : http://www.nic.it/NA/index.html


Che cos'è il Web  hosting?

Il Web hosting è un servizio che permette, senza grossi investimenti, di posizionare il proprio sito Web presso un server direttamente connesso alla rete Internet. Grazie a service come Amadeux Multimedia, che alloca spazi su server connessi alle più veloci linee di comunicazione, è possibile avere una forte presenza su Internet.
Possiamo inoltre registrare per Vostro conto il nome di dominio prescelto che vi permetterà di essere trovati sulla rete. Essendo l'email direttamente legata al Vostro dominio (per esempio WWW.VOSTRONOME.COM/.ORG/.NET/.IT) non dovrete avvisare chi possiede il vostro indirizzo, nel caso cambiaste il fornitore di hosting.


  Cos'è la posta elettronica?

Il servizio di posta elettronica permette, ad un utente connesso alla rete Internet, di inviare e ricevere messaggi in formato elettronico, scambiando così informazioni con altri utenti possessori di caselle di posta elettronica (e-mail).

Il formato di questi messaggi è generalmente in formato testo , ma le nuove tecnologie permettono di allegare a questi messaggi files di qualsiasi tipo di formato. (Il formato si riferisce all'estensione del file).


Cos'è un nome di dominio? 

Innanzitutto bisogna sapere che ogni computer connesso in internet ha un indirizzo IP ovvero un codice identificativo univoco che ne permette la reperibilità nella grande rete internet. Perciò il nome di  un dominio è semplicemente un alias associato ad un indirizzo IP. Quando viene richiesta da un utente la connessione ad un sito tramite la digitazione del nome, alcune macchine chiamate Domain Name Server convertono il nome del dominio in indirizzo IP agevolando così la ricerca sulla rete. Il nome del dominio Vi permette perciò di essere identificati sul Web non tramite una sequenza di numeri, ma tramite il nome di dominio che avrete scelto per identificare il vostro sito.


Chi è il proprietario del nome  di dominio?

Il proprietario del nome a dominio è quell'entita fisica o legale che ha provveduto alla registrazione del dominio stesso. La stessa entità che ha effettuato la registrazione del dominio e sarà responsabile dei contenuti del web e dei rapporti amministrativi.
(ADMIN-C per i domini italiani - Administrative contact per i domini com org net)


Che cosa sono le estensioni   del server di FrontPage?

Per un corretto funzionamento FrontPage richiede particolari estensioni software che devono essere installate sul server web. Per esempio è possibile aggiungere al proprio sito un motore di ricerca interna delle pagine senza saper programmare. Affinchè questa caratteristica ed altre possano funzionare, il server Internet che ospita il Web di FrontPage deve avere le estensioni del server di FrontPage installate.

Le estensioni del server aiutano a creare e ad amministrare il  Web di FrontPage, creando un database dove vengono memorizzati tutti i passi dello sviluppo del sito, tutte le modifiche fatte.
Grazie ai potenti strumenti di autocomposizione vengono create automaticamente le barre di navigazione, iperlinks , i pulsanti,  i permessi di accesso,  i forum di discussione, i  form etc.

Senza estensioni del server non potrete usufruire dei componenti di WebBot. I componenti di WebBot sono oggetti dinamici (equivalenti ai cgi_script) che permettono di aggiungere controlli dinamici alla vostra pagina senza dover programmare nulla, come i moduli spedibili via posta elettronica, form di ricerca, gestione di forum, etc. E ' comunque possibile tramite il kit di sviluppo di Front Page creare dei Webbot personalizzati.


Come si inizia a fare e-business  ?

Per le nuove attività:

Per iniziare una nuova attività è naturalmente necessaria una buona idea che nasca essenzialmente dalla capacità di individuare un bisogno non ancora soddisfatto o che sia soddisfatto in modo parziale e insufficiente. Ma ciò che veramente può caratterizzare il successo di un'attività, in particolar modo su internet, è che si tratti di "un'idea di nicchia", essere i primi è fondamentale solo così si può competere con le grandi aziende.

Per chi ha già un'attività tradizionale:

E' ormai diventato imprescindibile per le aziende esistenti fare affari on line. Ciò avviene mediante un processo strategico che prevede quattro fasi.

- La prima consiste nel capire cosa è l'e-business (da non confondere con e-commerce che riguarda il commercio elettronico in tempo reale con transazioni online) e a che cosa potrà servire in termini di sviluppo per la nostra azienda. Il problema principale non sarà tanto quello della realizzazione del sito web, che può essere affidata a professionisti esterni, quanto, piuttosto, come cambieranno la struttura, il processo produttivo, le professioni all'interno dell'azienda ed il rapporto col cliente che su internet è ancora più fondamentale e personalizzato.
 
- La seconda fase consisterà nel valutare quali sono le risorse finanziarie disponibili per far fronte al progetto di e - business come migliorare le performance aziendali per rispondere alla nuova domanda di mercato e la definizione della logistica, questa, secondo me è la fase più importante se pensate che molte aziende sono fallite perché non sono riuscite a rispondere efficientemente alla domanda del mercato o non hanno avuto un buon servizio logistico. 

- La terza fase consisterà nel collegare in una rete interna le più importanti funzioni aziendali per facilitare lo scambio d' informazioni.

- La quarta fase riguarda la costruzione del sito web la sua pubblicizzazione, e l'avvio di eventuali partnerships per garantire una presenza più capillare sul territorio e su internet e per migliorare l'offerta. A questo punto è fatta!